Il fattore umano

Il fattore umano

Hai una piccola impresa?

Il tuo successo aziendale dipende dalla felicità di chi lavora per te e con te.
Non ti sarà difficile concordare sul fatto che quando sei di buon umore e soddisfatto, le tue giornate lavorative sono più produttive e meno faticose. Così come non avrai alcuna difficoltà ad ammettere che a parità di rapporto qualità-prezzo, tenderai a scegliere il fornitore con il sorriso più simpatico, a discapito di quello magari imbronciato o rude. Se lavori con il pubblico, sai già quanto sia importante il sorriso e la cordialità per la soddisfazione dei clienti.

Probabilmente, però, non avrai avuto occasione di completare questa riflessione in tutta la sua portata. Ogni tuo collaboratore è una persona, con le sue aspirazioni, i suoi sogni, i suoi talenti e le sue difficoltà. Come te, è più produttivo quando è di buon umore e più propenso a dare quando viene trattato con rispetto e gentilezza. Ciò significa che è nel tuo interesse fare qualcosa di incisivo perché le condizioni di rispetto e gentilezza siano sempre presenti non solo nel tuo relazionarti con i collaboratori, ma anche nel modo in cui i tuoi sottoposti si rapportano tra loro.

Nutri qualche dubbio in proposito?

Secondo uno studio condotto nel 2015 dalla Social Market Foundation nel Regno Unito, un dipendente felice è il 22% più produttivo rispetto a un lavoratore insoddisfatto e il 12% più produttivo rispetto alla media. Il fondatore di “GoodThink Inc” Shawn Achor ha scoperto che la felicità dei dipendenti incrementa l’accuratezza di esecuzione dei compiti del 19% e le vendite del 37%.
È per questo che grandi aziende come Netflix, Google e Ferrero investono pesantemente proprio per rendere soddisfatti e felici i propri dipendenti.

Quanto sono importanti le relazioni umane nella crescita professionale?

Molto più di quanto si può immaginare, perché una delle maggiori chiavi per la felicità individuale risiede proprio nelle relazioni umane. Per essere felici abbiamo bisogno di relazioni umane soddisfacenti.
Daniel Kahneman  psicologo israeliano e premio Nobel per l’economia, con le sue ricerche ha evidenziato proprio che ciò che rende felici le persone, nel lungo periodo, è la qualità della vita relazionale (reti amicali, partner e colleghi). Alexander Kjerulf, fondatore di Woohoo inc, ritiene che i buoni rapporti tra colleghi sia addirittura più importante delle gratifiche economiche  in quanto ad effetto sulla felicità e sulla produttività di ogni lavoratore. 
Il maggior nemico di un’azienda, in tal senso, è rappresentato proprio dalla difficoltà relazionale, sia tra capo e dipendenti  e sia tra colleghi e collaboratori.  Comportamenti negativi come pettegolezzi, ruvidità, volgarità, indelicatezze e prepotenze minano la serenità, la felicità e conseguentemente la produttività aziendale. Tutto questo diventa ancora più determinante nelle piccole e medie imprese, dove è proprio l’esiguità del numero dei lavoratori a comportare l’enorme rilevanza di ciascuno di loro per il successo aziendale.

L’azienda come la famiglia

Le dinamiche relazionali in questi contesti tendono a somigliare a quelle familiari, anche perché l’85% delle aziende italiane è proprio a conduzione familiare, quindi il gruppo di lavoro non si limita a somigliare ad una famiglia, lo è a tutti gli effetti. Ciò significa che nelle piccole aziende ricorrono ed hanno un grande peso tutte le tipiche dinamiche di sofferenza familiari, ad esempio il conflitto fra dipendenza e ricerca di autonomia dei figli, il difficile equilibrio tra esigenza di coesione e impulso alla differenziazione, tra interessi economici e bisogni individuali, i contrasti nelle responsabilità, nel processo di successione, nelle diverse visioni del futuro individuale e di gruppo. Tutte criticità che generano sofferenza, diminuendo quindi efficacia e produttività.
È per questo che investire nella cura della relazione, cioè formarsi e formare il proprio staff in coaching relazionale, significa intervenire in uno dei settori chiave sia della felicità individuale che del successo professionale. Significa acquisire gli strumenti in grado di creare quel clima di serenità così prezioso per la produttività aziendale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *