Il tempo è il tuo bene più prezioso

tempo

Quanto tempo sprechi disperdendoti in azioni inutili, non produttive e che non ami particolarmente?

La risposta è: molto. Non a caso, da un sondaggio della Barclaycard, è emerso che se le persone avessero disponibilità di denaro e fosse possibile comprare il tempo, la maggior parte di loro farebbe proprio questo acquisto. Più tempo libero.

Non ne siamo molto consapevoli, ma il bene più prezioso di cui disponiamo è il nostro tempo personale, il quale è una risorsa non rinnovabile, quindi da gestire con oculatezza. C’è perfino una formula matematica per attribuire un valore economico ad ogni nostra ora*.

Questa equazione, elaborata da un professore di economia inglese, applicata in una città come Roma, fornisce come risultato medio 6,25 euro, che diventano 14 per un dirigente. Partiamo da questo dato – sicuramente limitato e banalizzato – per riflettere su come utilizziamo tale bene prezioso. Se una nostra ora vale 6,25 euro, cucinare da soli la cena, ad esempio, implica aggiungere al costo degli ingredienti anche il valore del nostro tempo.

Tuttavia…

… se ci piace cucinare, il tempo speso in tale attività non è più quantificabile come un costo ma diventa un investimento, perché va a diminuire i livelli di stress e quindi ad aumentare sia la qualità della vita che la produttività. E ancora, se cucinare è sia la nostra passione che il nostro lavoro, allora anche quando stiamo cucinando il nostro pasto personale, stiamo in realtà in un processo creativo che è di fondamentale importanza per il nostro successo professionale, perché è il momento in cui, in relax e centratura, stiamo entrando in connessione col nostro talento per generare nuove idee produttive. Il tempo di chi si dedica ad attività creative o concettuali funziona in modo ancora diverso, perché possono stare ore a fissare un foglio bianco e poi trovare la soluzione o l’intuizione in 2 minuti, mentre sono dediti a tutt’altro.

Quel che è certo è che il tempo di ciascuno di noi è limitato, non si rigenera ed ha un valore economico, come si percepisce soprattutto in azienda, dove le ore di lavoro sono retribuite.

Errori molto gravi (e diffusi) sono, ad esempio: 

  • pensare che sovraccaricare il personale di compiti sia un eccellente modo di far fruttare al meglio il costo che si sostiene per pagare le loro ore di lavoro;
  • ricontrollare ogni dettaglio del processo produttivo, anziché creare un protocollo standard;
  • non studiare le azioni del personale per verificare ed eliminare quelle inutili, che fanno perdere tempo;
  • non concedere fiducia al proprio staff, pressandolo sui dettagli anziché lasciarlo libero di focalizzarsi sugli obiettivi

Anche il tempo dei vostri clienti è prezioso. La chiave del successo spesso sta proprio nel non “sprecarlo”.A parità di registrazione avvenuta, ad esempio, un acquisto su Amazon si conclude in 2 clic, un acquisto sull’Apple store con 1 click e l’impronta digitale, mentre altri negozi online richiedono procedure che “rubano” fino a 5 minuti.

Anche il tuo tempo, come dirigente, leader o creativo, è prezioso. Meno ne sprechi, eliminando le tue attività inutili, insensate, non piacevoli e non produttive, e più ne guadagni da dedicare a te stesso, per  fare ciò che ti piace (migliorando la qualità della tua vita personale e relazionale) o ciò che può fare la differenza per la tua azienda (innovazione, sviluppo, creazione). 

*  formula di Ian Walker: V = (W ×  ( 100 – t ) / 100) / C W = stipendio orario lordot = percentuale dello stipendio detratta in tasseC = costo medio della vita nella specifica città (desunto dal prezzo medio delle case al mq).

Per approfondire: https://www.barclaycard.co.uk/timeismoney

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.